01 From Here we Start


Creathio: l’avventura di Elle




PREFAZIONE


Buongiorno mio lettore,

Sono l’ideatore e fondatore del progetto Crethio.

Mi presento: mi chiamo Elle, son un ragazzo che si appresta ai suoi 25 quest’anno.

Presupposta la mia totale inesperienza in argomento di blog ti ringrazio per la tua lettura e per il tuo tempo, spero tu possa trovare spunti utili in questi primi insight Creathio.

Ti chiederai perché dunque io mi sia messo a scrivere un blog… In tutta onestà non lo so neanche io; il motivo ufficiale è creare contenuto per il mio stesso progetto in modo da costruire visibilità per competere contro questo mondo già’ sovraccarico di informazioni; insomma far felice degli algoritmi… delle macchine.

Scrivere “roba” per far felice un algoritmo tuttavia mi sembra piuttosto stupido e sminuente, non è questa la mia risposta. Dunque perché

La risposta a questa domanda è uno dei presupposti per cui ho cominciato a sviluppare il progetto Creathio.



Elle


Mi introduco brevemente; son un ragazzo di origini cinesi e fin da piccolo ho sempre avuto la fortuna di viaggiare tra la Cina e l’Italia.

Ho avuto una formazione mista e ho spesso cambiato scuola da piccolo, il che è una fortuna perché ho sperimentato diverse metodologie di formazione (a volte anche non piacevoli) ma anche sfortuna poiché non son mai riuscito a creare legami profondi con i miei compagni di scuola.

Non ho in mia memoria, personaggi come la banda del dopo scuola o una figura cliché come l’amica di infanzia…. sfortunatamente.

La difficoltà di creare legami profondi ha, in parte, incentivato il mio attaccamento verso i cartoni animati e il mondo fumettistico-letterario poiché tramite questi ultimi, potevo sperimentare realtà a me inimmaginabili: avere le ali per esplorare nuovi orizzonti… il tutto comodamente inserito nella mia routine da bambino cinese tra scuola, studio, pianoforte, nuoto agonistico (cominciato all’asilo) e corsi vari.

Un altro cardine della mia vita, è stata la mia esperienza come nuotatore agonistico: due ore al giorno, sei giorni a settimana e al settimo giorno, a differenza di Dio che riposo’, io avevo la gara.

Seppur, a mio giudizio, non fossi un ragazzo introverso, questi due cardini della mia vita mi hanno insegnato ad apprezzare la solitudine e il silenzio.

Proprio grazie a questi momenti di silenzio (almeno due ore al giorno grazie al nuoto) ho potuto riflettere sul senso di ciò che mi circondava e su quale fosse il mio valore… il mio scopo.

Viviamo in un mondo automatizzato dove tutto passa alla velocità di un click e tutti possono avere tutto senza neanche uscire di casa, siamo diventati davvero anche noi dei automi? Uomini di latta con un copione da seguire? Robot formati con uno scopo usato e poi sostituito da un modello più nuovo?

Perché?

In cosa sono veramente unico e insostituibile nel mondo? In cosa sei Tu insostituibile….?






Images took from unsplash.com

Vieni a trovarci su FBIG e nella community Artists

Clicca qui per il capitolo 2 ʢ◉ᴥ◉ʡ

2 commenti su “01 From Here we Start

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *